Le comunicazioni agli iscritti

Il Fondo, così come previsto dalla normativa italiana vigente, annualmente invia la seguente documentazione:

  • Comunicazione in caso di erogazione di prestazioni: viene tempestivamente resa disponibile all’associato che nel corso dell’anno di riferimento ha percepito liquidazioni dal Fondo sotto forma di riscatti (totale, parziale), trasferimenti, anticipazioni, prestazioni pensionistica in capitale.
  • CU: entro i termini di legge previsti di volta in volta dall’Agenzia delle Entrate è inviata a mezzo posta ed è resa disponibile nell’area riservata di ciascun associato che nel corso dell’anno precedente ha ricevuto, a vario titolo, liquidazioni dal Fondo;
  • Comunicazione periodica all’iscritto: entro i termini previsti dall’Autorità di Vigilanza viene resa disponibile a coloro che risultavano iscritti al 31 dicembre dell’anno precedente.

La comunicazione periodica è il documento che riporta il valore della posizione previdenziale del singolo iscritto alla fine dell’anno di riferimento con il dettaglio delle singole componenti che ne hanno determinato la sua costituzione.

Il prospetto è predisposto con cadenza annuale ed è riferito a un periodo coincidente con l’ultimo anno solare.

In fase di adesione, ma anche successivamente (accedendo in ogni momento alla propria area riservata sul sito web di Fondenel) è possibile scegliere la modalità di invio della comunicazione periodica.

La stessa può essere spedita in formato cartaceo o resa disponibile all’interno dell’area riservata di ciascun iscritto nella sezione “Documenti”.

Nel primo caso il costo a carico dell’associato è pari ad euro quattro e verrà direttamente imputato sulla posizione individuale, mentre non vi sono costi nel caso di selezione della modalità di ricezione telematica.

Per gli associati che, avendone i requisiti, aderiscono alla rendita, Fondenel cede la relativa posizione previdenziale a Società Cattolica di Assicurazione. Da questo momento, anche dal punto di vista documentale, si instaura il nuovo rapporto tra il titolare della rendita e la società di assicurazione. Quest’ultima con l’apertura della polizza invia all’intestatario la lettera di benvenuto e, annualmente, la lettera di rivalutazione.